Born to promote the authentic Italian food. With Love ❤️

Gnocchetti all Farina di Ceci con Barbabietole Rosse

da | Ott 3, 2015 | Ricette | 0 commenti

DIFFICOLTA’: 4
3 Ore
INGREDIENTI PER 2 PERSONA/E

Ingredienti per la pasta:
Farina di Ceci, 50 gr
Semola di grano Duro, 50 gr
Un Pizzico di Sale
Acqua Calda, 45 gr
Alcuni stimmi di Zafferano o un pizzico di Zafferano in Polvere (facoltativo)

Ingredienti per il condimento:
Olio d’oliva
Un piccolo Scalogno tritato
Barbabietole rosse Arrosto, 112gr
Sale fino
Formaggio Coulommiers stile Inglese fatto in casa oppure Caprino Fresco sbriciolato, 56gr

PROCEDIMENTO

Lavorare farine, acqua e sale fino ad avere un bell’impasto liscio. (Per la versione rosa, usare un cucchiaino circa di succo di barbabitole rosse nell’acqua. La quantità totale di liquido non cambia.)
Se nel lavorare l’impasto sentite che è duro, aggiungete un pochino di acqua. L’impasto è un po’ più appiccicoso di quello fatto con la sola semola. Spargere una piccola quantità di semola sul piano di lavoro quando lo lavorate.
Far riposare l’impasto, ben coperto, per almeno mezz’ora.
Formare un salsicciotto e tagliarlo a pezzetti da lavorare uno alla volta, mentre gli altri rimangono al coperto. Rotolare fino ad ottenere un serpentello grosso come una matita e tagliarlo a pezzetti lunghi 1 cm. Fare ad ogni pezzetto di impasto la forma di uno gnocchetto usando il riga gnocchi o altro metodo che preferite.
Occorre applicare abbastanza pressione al pezzetto di pasta mentre lo si trascina lungo le righe per farlo arricciare, ma non tanta da spiaccicarlo. La posizione del riga gnocchi rispetto alle mani dipende da quale dito usate per formare lo gnocchetto. Se usate il pollice, il manico del riga gnocchi è puntato verso di voi e il dito si allontana da voi. Se usate l’indice, il riga gnocchi è di fronte a voi e il dito si muove verso di voi.
Lasciar asciugare gli gnocchetti. (Io di solito li preparo alcune ore prima di cuocerli.)
Come cuocere le barbabietole rosse:
Scaldare il forno a 190 C. Pulire bene le barbabietole, avvolgere in pellicola di alluminio, porre su una lastra da forno e cuocerle in forno fino a quando è facile perforarle con una lama. Lasciar intiepidire e poi rimuovere la buccia.
Nota: Se siete come me e preferite comprare barbabietole con ancora attaccate le foglie, tagliate i gambi 2-3 cm sopra alla radice e poi proseguite con la preparazione. Di solito cuocio un certo numero di barbabietole per volta, per amor di efficienza. Potete usarle in diversi modi, a parte quello descritto in questo post (per esempio, una zuppa o degli scone). Io utilizzo le foglie per fare una frittata o insieme al cavolo riccio in un gratin. E gli steli li preparo gratinati.
Come completare l’opera:
Tagliare le barbabietole a dadini. In una padella di medie dimensioni, scaldare un poco di olio d’oliva e cuocere lo scalogno fino a quando è translucido. Nel frattempo, portate a bollore l’acqua per la pasta, salate e versateci gli gnocchetti. Saliranno in superficie durante la cottura. Il tempo necessario dipende dalle dimensioni e da quanto sono asciutti, ma non è lungo, quindi non abbandonate la pentola. Questi gnocchetti cuociono più rapidamente di quelli originali. Mentre la pasta cuoce, aggiungere i dadini di barbatietola allo scalogno e scaldare. Coprire e mantenere caldi su fuoco basso. Aggiungere un cucchiaio dell’acqua di cottura della pasta per evitare che si secchino. Subito prima di aggiungere la pasta, salare a seconda del gusto e mescolare bene.
Scolare gli gnocchetti lasciando un po’ di acqua di cottura e versarli nella padellina con le barbabietole. Mescolare bene ma delicatamente per un minuto a calore basso. Distribuire la maggior parte del formaggio sulla pasta e mescolare.
Togliere la padella dal fuoco, distribuire il resto del formaggio sulla pasta e servire immediatamente. Questa ricetta fa due porzioni.
La combinazione barbabietole rosse dolci, formaggio lievemente acidulo e gnocchetti un po’ rustici funziona in modo perfetto e il colore vivace del piatto finale è un piacere per gli occhi, soprattutto se in una giornata grigia.

Grazie a: Briciole

Facebook
Instagram