Paccheri ai porcini, pesto e pomodori tritati

“Dare un pacchero” è un’espressione popolare ancora usata che significa dare uno schiaffo.

Si attribuisce l’origine del nome di questo particolare tipo di pasta, i paccheri, al rumore (come di uno schiaffo) che generano mentre li si mescola nella zuppiera piena di salsa.

 

Print Recipe
Paccheri ai porcini, pesto e pomodori tritati
Un sugo così succulento non può che nascere da diverse tradizioni regionali e il risultato è garantito.
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Piatto Primi piatti
Cucina Italia
Tempo di preparazione 20 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Piatto Primi piatti
Cucina Italia
Tempo di preparazione 20 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. In una casseruola portare a ebollizione dell’acqua e immergervi per circa dieci secondi i pomodori ramati precedentemente incisi sul dorso, poi raffreddarli in acqua ghiacciata. Pelare e svuotare i pomodori dai loro semi, quindi tagliarli.
  2. Nel frattempo in abbondante acqua salata cuocere al dente i paccheri.
  3. In una padella con l’olio extravergine di oliva riscaldare i porcini diluendo con un poco di acqua di cottura della pasta.
  4. Scolare i paccheri e saltarli nel condimento ai funghi inserendo anche il pesto alla genovese. Completare aggiungendo la concassé di pomodori e servire.
Recipe Notes

Ricetta di chef Giovanni Pace

Grazie a Menù