Come raccontare la pasta ai Giapponesi

Con oltre 13 milioni di tonnellate prodotte ogni anno, la pasta, piatto simbolo dell’italianità a tavola, è uno dei marchi di fabbrica del made in Italy nel mondo.
Il fatto che il suo nome sia intraducibile e che per tutti resti semplicemente “pasta” lo rende uno dei prodotti più noti e amati da tutti i cittadini del mondo.

Ma chi sono i più ghiotti di pasta nel mondo? Secondo l’Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane, i primi consumatori sono gli italiani, con una media di 26 chili di pasta a testa all’anno. Seguono i tedeschi, i francesi, gli inglesi, gli americani e i giapponesi che, da soli, assorbono il 61% dell’export italiano, 995 milioni di euro all’anno.

Tuttavia, non tutti i pasta lover sanno che la pasta rappresenta un modello nutrizionale, la base di un’alimentazione bilanciata fra salute e sostanza, bontà e sostenibilità.

Noi di I Love Italian Food, siamo andati a raccontare il mondo della pasta made in Italy in uno dei paesi che maggiormente amano la nostra cucina: il Giappone.

Lo scorso 4 marzo, abbiamo raccontato la nostra pasta a una platea di professionisti del mondo Food nell’area di Tokyo.

Lo abbiamo fatto grazie alla collaborazione di uno vero ambasciatore della cucina italiana in Giappone: Chef Stefano Fastro, del ristorante Stefano che ha valorizzato la pasta raccontandone le origini, le caratteristiche, i valori nutrizionali, ma anche i corretti usi e abbinamenti.

Infine, a deliziare i partecipanti della masterclass, un ottimo piatto di Spaghetti dai sapori mediterranei, creato con la pasta del nostro partner Pastificio Granoro, della linea Dedicato, prodotta con grano 100% pugliese.

Guardate il video per scoprire come i giapponesi hanno apprezzato la nostra pasta!

COME RACCONTARE LA PASTA AI GIAPPONESI!

Posted by I LOVE ITALIAN FOOD on Tuesday, 19 March 2019